qm-136-francesco

Francesco D’Errico

Social Media Manager

Frequentavo una ragazza adorabile in quel periodo. Doveva sfilare per il Festival del Cinema di Venezia e decisi di accompagnarla. Lì ho conosciuto il suo Stilista, Cristian Perin. Un uomo bizzarro, divertente ed estremamente professionale. Era la calda estate del Luglio 2013.

Ho iniziato a frequentare il Salone di Cristian come cliente. Mi piaceva il suo stile. Per diversi mesi prenotavo il mio appuntamento, chiacchieravo con lui mentre mi tagliava i capelli, pagavo, salutavo e tornavo a casa.

Quelle non erano solo chiacchiere. Cercavo di attirare la sua attenzione su alcuni dettagli che io ritenevo fondamentali per una buona comunicazione aziendale. Sfogliavo i Look Book e le sue brochure e ogni volta trovavo qualcosa da fargli notare, qualcosa che non mi convinceva fino in fondo: un colore, un font, una parola.

Cristian non mi dava troppo retta. D’altronde la mia era solo una fastidiosa vocina che lo distraeva mentre lavorava. Una pulce nell’orecchio che non riusciva a togliersi di dosso.

Continuavo a frequentare il suo Salone e i mesi passavano ma non avevo intenzione di gettare la spugna.

Un bel giorno Cristian decise di porre fine allo stress che io stesso avevo contribuito a provocargli. Mi prese in disparte e con tono esausto mi disse: “Francesco mi hai davvero stufato. Prendi il mio computer e fai quello che vuoi. Elimina i file e scrivili a modo tuo, cambia i font, cambia i colori ma smettila di stressarmi!”.

 

Mi ci volette un mese intero per applicare tutte le modifiche di cui gli parlavo e Cristian fu sorpreso e soddisfatto dei risultati ottenuti.

Mi innamorai del suo mondo e decisi di lasciare la mia impronta.

Other Members